La Rubrica di Ivet - Centro Veterinario Ivet Team - Napoli

Centro Veterinario
Vai ai contenuti

Il Petauro un piccolo marsupiale

Centro Veterinario Ivet Team - Napoli
IL Petauro dello zucchero, originario dell’Australia e della Nuova Guinea, è il primo marsupiale a livello mondiale accettato come animale domestico. Da diversi anni la sua popolarità è cresciuta al punto tale da renderlo un ospite frequente nelle nostre case.
Prevalentemente notturno, amante della vita di gruppo fatta di ruoli e rigide gerarchie, il petauro trascorre la gran parte della sua vita a diversi metri da terra, muovendosi con disinvoltura sui rami degli alberi ed effettuando lunghi salti anche di 50 mt., consentiti dalla particolare struttura anatomica. Le zampe anteriori e posteriori, infatti, sono unite da una particolare membrana, il patagio, che al momento del salto gli fornisce un paracadute naturale che consente a questo piccolo esemplare di librarsi nell’aria e percorrere grandi distanze in poco tempo come se fosse un uccello; da qui il nome petauro che in latino vuol dire acrobata. Le sue acrobazie sono consentite anche dalla coda prensile più lunga del suo corpo che funge da timone quando effettua i salti nell’aria e da bilanciere quando si muove sugli alberi.
Essendo un animale notturno questo piccolo mammifero presenta un’acutissima vista garantita dalla presenza di due grandi occhi rotondi posti frontalmente che risultano ben distinti dal resto del capo piccolino. Le orecchie anch’esse grandi e ben appuntite permettono al petauro una vita abbastanza tranquilla, riuscendo grazie alla loro ampia mobilità a captare anche i minimi suoni così da evitare attacchi indesiderati dei predatori. Il corpo piuttosto piccolo, di circa 15 cm , è vestito da un mantello morbido di colore grigio-blu ed è percorso per tutta la sua lunghezza da una stria nera che lo divide in due metà uguali. Le zampe sono munite di vere e proprie mani in miniatura con affilati artigli che consentono un’ottima ed efficace presa negli atterraggi e di maneggiare con cura oggetti e cibo.
La maturità sessuale di questi soggetti è raggiunta intorno ai 10-14 mesi nel maschio e 8-12 nella femmina, la quale, una volta fecondata dal capogruppo, partorirà dopo soli 15 gg da 1 a 3 piccoli cuccioli privi di pelo che completeranno lo sviluppo all’interno del marsupio posto sulla pancia della madre da cui usciranno non prima di 60gg. E’ un animale piuttosto docile predisposto al facile contatto con l’uomo con cui instaura, se acquistato da piccolo, un forte legame, tanto da cadere in depressione se lasciato a lungo da solo. Per questo motivo se non gli si può garantire sufficiente attenzione quotidiana se ne consiglia l’acquisto di almeno due esemplari.
Al fine di rispettare le sue abitudini, l’alloggio dovrà svilupparsi in altezza (circa 90 cm) e dovrà essere arredato con dei rami in modo di permettergli di arrampicarsi e saltare da un posto all’altro.
E’ importante fornirgli un riparo, come una casetta o un’amaca nella quale possa trascorrere le ore di riposo. Pur nutrendosi senza difficoltà di mangimi commerciali preconfezionati, resta sempre ghiotto di frutta la cui passione ne ha determinato la denominazione di petauro dello zucchero!


Gianluca Vellotti
Medico Veterinario Esperto in IAA
Perfezionamento in Nuovi Animali da Compagnia




Torna ai contenuti